178-18 – graduatorie interne provvisorie docenti a.s. 2019-20

178-18 – graduatorie interne provvisorie docenti a.s. 2019-20

Circolare n. 178-18

                                                                                               Cesena, 17 aprile 2019

 

 

Al Personale Docente a tempo indeterminato

All’Albo d’Istituto

 

 

 

Oggetto: pubblicazione graduatorie interne provvisorie docenti

 

 

Si comunica che sono pubblicate da data odierna le graduatorie provvisorie interne per i docenti all’albo di istituto consultabile on line sul sito di istituto.

Ci si può rivolgere all’ufficio personale per chiarimenti su singole questioni

saluti

 

Il Dirigente Scolastico

Prof. Francesco Postiglione

 

 

177-18 – Crediti scolastici e formativi a.s. 2018-19

177-18 – Crediti scolastici e formativi a.s. 2018-19

Circ. n°  177 – 2018                                                                                             Cesena, 17/04/2019

 

Entrambi i plessi

A tutti gli allievi  delle classi  3^  4^  5^

Ai docenti coordinatori del triennio

 

Oggetto: attribuzione del credito scolastico e formativo – a.s. 2018/19

 

1) Il credito scolastico e formativo

 

Il credito scolastico è il punteggio attribuito dal Consiglio di Classe ad ogni studente del triennio, in base alla media (M) dei voti conseguiti nello scrutinio finale. Per il credito scolastico sono a disposizione 25 punti complessivi nell’arco di un triennio. Concorrono a formare tale credito  sia gli elementi di giudizio relativi alle valutazioni  scolastiche degli allievi conseguiti in sede di scrutinio finale (compreso il voto di comportamento), sia le eventuali esperienze formative compiute sia all’interno che all’esterno della scuola (in tal caso si considerano anche le attività svolte nell’estate 2016, valutabili ai fini del credito formativo).

 

Il credito scolastico, da attribuire nell’ambito delle bande di oscillazione indicate in tabella, va espresso con un numero intero e deve tenere in considerazione, oltre la media (M) dei voti, anche l’assiduità della frequenza, il comportamento, l’interesse e l’impegno nella partecipazione al dialogo educativo e alle attività complementari e integrative. Il riconoscimento di eventuali crediti formativi non può in alcun modo comportare il cambiamento della banda di oscillazione corrispondente alla media (M) dei voti.

 

Tabella per l’attribuzione del credito scolastico (classi III, IV, V)

 

In base al regolamento per la valutazione degli studenti (D.P.R. 122/09), sono ammessi alla classe successiva (o all’esame di Stato per gli studenti delle classi quinte) gli allievi che in sede di scrutinio finale conseguono un voto non inferiore ai sei decimi in ciascuna disciplina e un voto di comportamento non inferiore ai sei decimi. In tal caso, il Consiglio di Classe procede all’attribuzione del punteggio di credito scolastico secondo quanto riportato nella tabella A (candidati interni) del D.M. 09/99.

 

Si ricorda inoltre che la C.M. 20/2011 ha stabilito che… ai fini della validità dell’anno scolastico, compreso quello relativo all’ultimo anno di corso, per procedere alla valutazione finale di ciascuno studente, è richiesta la frequenza di almeno tre quarti dell’orario annuale” ovvero 792 ore sul totale di 1056 ore annuali.

 

Dichiarazione dei crediti scolastici e documentazione dei crediti formativi

Gli allievi che abbiano svolto attività extra curricolari significative ai fini dell’attribuzione del credito scolastico e formativo sono invitati a compilare la scheda allegata che consiste in due sezioni:

 

Sezione 1: per la dichiarazione di tutte le attività complementari e integrative organizzate dalla scuola  in cui gli studenti hanno partecipato con profitto  comprovato dal relativo attestato di partecipazione;

 

Sezione 2: per la dichiarazione di tutte  le attività formative svolte presso enti esterni.  Per ciascuna attività esterna dovrà essere allegata una dichiarazione dell’ente presso cui è stata svolta l’esperienza da valutare.

 

Si ricorda (POFT 2016-19) che le esperienze formative, ai fini del riconoscimento del credito, devono:

  • essere debitamente documentate;
  • riferirsi ad attività culturali, ricreative e artistiche, alla formazione professionale, al volontariato, all’ambiente, alla cooperazione e allo sport;
  • consistere in qualificate esperienze coerenti con gli obiettivi educativi e formativi del tipo di corso che si frequenta.

 

 

Le schede, con allegate le dichiarazioni degli enti esterni, dovranno essere consegnate alla segreteria didattica entro il giorno 11 maggio 2019.

 

Ogni allievo è personalmente responsabile di quanto dichiarato. Ogni altra attività che gli allievi, sulla base delle modalità di cui sopra, intendessero sottoporre all’attenzione dei consigli di classe per l’assegnazione del credito formativo,  andrà esplicitamente dichiarata.

 

 

Il Dirigente Scolastico

Prof. Francesco Postiglione


                                                                                                                       Al Consiglio di classe

Autodichiarazione delle attività per l’attribuzione del credito scolastico e formativo

Il/La  sottoscritto/a ___________________________________________ della classe ____________

Vista la circolare interna n.  166   dichiara di aver svolto, nel periodo dall’estate 2017 ad oggi, le seguenti attività:

1) ATTIVITA’ OPZIONALI COMPLEMENTARI  ORGANIZZATE DALLA SCUOLA:

 Barrare con una crocetta una o più delle seguenti tipologie, specificando in dettaglio l’attività svolta:

q  Attività di sostegno all’organizzazione e alla promozione dell’Istituto (es. Open-Day)

Specificare l’attività: ____________________________________________________________________________

q  Rappresentante effettivo negli Organi Collegiali (es. Rappresentante di classe, d’Istituto, Organi Col. Prov.)

Specificare l’attività: ____________________________________________________________________________

q  Partecipazione ad attività  opzionali, di arricchimento formativo  e complementari  (es. Corsi di eccellenza pomeridiani, Olimpiadi di Informatica e di Matematica, Guide per Museo della Tecnologia, Vincitore di premi a concorso e/o borse di studio, Alternanza scuola-lavoro, partecipazione a progetti linguistici europei…)

Specificare l’attività: ____________________________________________________________________________

q Altro (specificare e motivare):   ___________________________________________________________________________________________

2) ATTIVITA’ FORMATIVE SVOLTE PRESSO ENTI ESTERNI (documentate dagli attestati allegati):

Specificare l’attività: ____________________________________________________________________________     ______________________________________________________________________________________________     ____________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________Per documentare tale attività si allega la seguente documentazione: __________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

Data ________________                                                                    Firma dell’allievo/a

_______________________________

Ogni allievo è personalmente responsabile di quanto dichiarato. I Consigli di Classe esamineranno esclusivamente le dichiarazioni pervenute secondo i tempi e le modalità sopradescritte. Ogni studente deve inoltre ricordarsi di firmare in segreteria didattica la distinta di verifica della consegna.

176-18 – convocazione comitato base alunni Pascal 26 aprile

176-18 – convocazione comitato base alunni Pascal 26 aprile

Cesena, 17/4/2019

Circolare 176-18

Ai docenti

Agli alunni/e del plesso Pascal

Al personale ATA p.c.

 

Oggetto: convocazione comitato di base– plesso Pascal

 

Dietro richiesta regolarmente pervenuta dai rappresentanti di istituto del plesso Comandini, si convoca per il giorno

 

26  APRILE

Una assemblea di istituto nella modalità del comitato di base (solo rappresentanti classe) presso l’Aula Magna Pascal, col seguente ordine del giorno

-Discussione del CDI del 15/04

-Discussione del comitato di valutazione del 17/04

-Discussione progetto PLASTIC FREE

-Varie ed eventuali

 

I rappresentanti di istituto in carica sono autorizzati a partecipare per tutta l’intera durata dell’assemblea lasciando l’aula e informando il docente delle ore coinvolte della loro partecipazione all’assemblea

L’assemblea si svolgerà secondo i seguenti turni:

ore 8-10: appello e lezione in aula

ore 10-12: assemblea rappresentanti biennio

ore 12-14 assemblea rappresentanti triennio

Gli altri alunni non rappresentanti rimangono in aula regolarmente a fare lezione

 

I rappresentanti degli studenti

Il DS

 

175-18 – sciopero attività aggiuntive personale docente e ATA – 20 aprile 16 maggio sigla UNICOBAS

175-18 – sciopero attività aggiuntive personale docente e ATA – 20 aprile 16 maggio sigla UNICOBAS

 

comunicazione n. 175-18

17/4/19

A TUTTO IL PERSONALE DOCENTE E ATA

e.p.c.  AI STUDENTI, AI DOCENTI

ALLE FAMIGLIE

 

OGGETTO: comunicazioni sindacali – sciopero attività aggiuntive personale docente ATA

UNICOBAS SCUOLA 20 aprile-16 maggio

 

Si comunica che l’organizzazione sindacale Unicobas Scuola e Università ha proclamato “l’astensione dalle attività non obbligatorie previste dai vigenti CCNNLL per tutti gli ata, i docenti, i non docenti ed il personale educativo, sia a tempo determinato che indeterminato, delle scuole, della ricerca e delle università, nonché l’astensione dall’intensificazione d’orario del personale Ata per sostituzioni e dalle attività aggiuntive degli insegnanti comunque intese, relative a progetti, incarichi e corsi di recupero” dal 20 aprile 2019 al 16 maggio 2019.

Si prega il personale docente e ATA (art. 1e2 legge 146/90) in servizio presso questo Istituto di voler segnalare la propria presa visione alla comunicazione in oggetto, indicando facoltativamente un sì o un no dopo la propria  firma per l’adesione o meno allo sciopero. Si sottolinea che tale dichiarazione, necessaria alla scuola al fine di pianificare l’organizzazione della giornata  a salvaguardia dei diritti di tutto il personale, degli alunni e delle famiglie, ha carattere volontario e si precisa altresì che la dichiarazione di adesione non è successivamente revocabile.

Si chiede di rendere la comunicazione entro le ore 10 del 19/4/19 sugli appositi fogli firma in allegato. Disponibilità in portineria dal 13/4/19

 

Cesena, 17/4/19

IL DIRIGENTE SCOLASTICO                    

Prof. Francesco Postiglione

 

SCIOPERO ATTIVITA’ AGGIUNTIVE PERSONALE DOCENTE E ATA sigla UNICOBAS

cognome nome Profilo (docente o ATA) firma per adesione

 

 

173-18 – domanda qualifica IeFP plesso Comandini

173-18 – domanda qualifica IeFP plesso Comandini

Circ. N.173-18

Cesena, 13/4/18

 

Agli studenti

Alle famiglie

Ai Docenti

Al personale ATA

IPSIA “U. Comandini”

 

       

OGGETTO:  ESAME DI QUALIFICA IeFP anno scolastico 2018/2019

 

Si porta a conoscenza di tutti gli alunni delle classi terze che entro e non oltre mercoledì 17 aprile p.v. dovranno presentare la domanda per sostenere l’esame finalizzato all’acquisizione del certificato di qualifica professionale regionale riconosciuto a livello nazionale.

Sarà cura del Rappresentante di classe degli alunni raccogliere le domande entro tale data e consegnarle immediatamente all’ufficio didattica.

 

Cesena, 13 aprile 2019

 

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prof. Postiglione Francesco

 

 

 

 

174-18 – tornei sportivi pasqua

174-18 – tornei sportivi pasqua

AI DOCENTI DELLE CLASSI IN ELENCO

AGLI ALUNNI IN ELENCO

AL PERSONALE SUOLA

CESENA, 12/04/2019  

Circolare 174-18

 OGGETTO: “TROFEI SPORTIVI PASQUA”

PLESSO PASCAL

Sì comunica che nei giorni 16/17 Aprile 2019 si svolgeranno i tornei di basket per il triennio il giorno 17 per il biennio il giorno 16.

Giorno 16 

Dalle ore 8 alle ore 10:30 classi 1B 2C 1D 2B 1C 2F

Dalle 10:30 alle ore 13 classi 1G 2D 2E 2G 2L

Dalle ore 13 alle ore 14 si svolgerà la finale e premiazione.

Giorno 17

Dalle ore  8 alle ore 10 classi 4A 4F 5G 3H 3B 3A

Dalle ore 10 alle ore 12 classi 5H 5B 5L 5I 4B 4E

Dalle ore 12 alle 13 si svolgerà la finale e premiazione.

Gli alunni sono obbligati a rientrare in classe subito dopo l eventuale sconfitta.

I vincitori, devo rimanere in palestra (e non in giro per la scuola, in tal caso verranno presi provvedimenti disciplinari).

Quindi c’è la probabilità che alcuni alunni verranno trattenuti in palestra per tutto il giorno.

Le partite avranno una durata di circa 8 minuti. Saranno presenti 4 ragazzi che assolveranno la funzione di arbitraggio e gestione (Lorenzo Basini e Morandi Gabriele 4A Bedei andrea 4F e Fabbri Riccardo4B) saranno coinvolti per entrambe le giornate,per tutto il giorno.

Sono stati segnati nell’agenda di classe le convoche per gli alunni.  Gli insegnanti sono tenuti ad autorizzare l uscita dalla classe dei partecipanti.

Per qualsiasi motivo se un professore decida di non far partecipare uno o più alunni può comunicarlo direttamente alla prof.ssa Seri.

PLESSO COMANDINI

Si comunica che il giorno 15 aprile c.m si svolgerà dalle ore 8.30 per tutta l’intera giornata presso la sede IPSIA  “Comandini” Cesena l’incontro calcistico per il “Trofeo di Pasqua” 

Si allega l’elenco dei partecipanti:

CLASSE  4 E – MONTACUTI MICHELE – CAPUTI DAVIDE

CLASSE 4° B – CAMMINATI MICAEL 

CLASSE 4° M – UGOLINI FEDERRICO – BATTISTINI TOMMASO – 

CLASSE 5° A –BOLOGNESI MICHELE – VENTRUCCI MARCO

CLASSE 5E – BERARDI GIACOMO – MORRI THOMAS –  D’AMBROSIO C                  

ARBITRI CL 5 ° E – MILANDRI MANUELE – FANTOZZI ENEA

                                     IL DIRIGENTE SCOLASTICO

                                                                                Prof. Francesco Postiglione

172-18 – variazione dati personali per graduatorie interne

circolare 172-18 – variazione dati personali per graduatorie interne

Allegato_alla_circolare_172

Circolare n. 172
Cesena, 6 aprile 2019

Al Personale Docente a tempo indeterminato
Al Personale ATA a tempo indeterminato
All’Albo d’Istituto

Oggetto: Comunicazione variazione dati personali ai fini dell’elaborazione delle
graduatorie interne del personale docente ed ATA a.s. 2019/20
Con la presente si richiede cortesemente a tutto il personale in servizio a tempo
indeterminato presso questo Istituto di comunicare tramite mail all’indirizzo
ufficio.personale@ispascalcomandini.gov.it eventuali variazioni intervenute
nell’anno scolastico in corso relativamente a:
 Esigenze di famiglia;
 Titoli generali;
(in questi casi utilizzare il modulo allegato)
 Eventuali variazioni intervenute nei requisiti necessari per usufruire dei
permessi Legge 104/92.
(in questo caso compilare una dichiarazione personale)
entro e non oltre il 12/04/2019 per il personale docente
entro e non oltre il 26/04/2019 per il personale ATA

Il Dirigente Scolastico
Prof. Francesco Postiglione
Firmato digitalmenteCircolare n. 172
Prot. n. 4947 Cesena, 6 aprile 2019


Al Personale Docente a tempo indeterminato
Al Personale ATA a tempo indeterminato
All’Albo d’Istituto
Oggetto: Comunicazione variazione dati personali ai fini dell’elaborazione delle
graduatorie interne del personale docente ed ATA a.s. 2019/20
Con la presente si richiede cortesemente a tutto il personale in servizio a tempo
indeterminato presso questo Istituto di comunicare tramite mail all’indirizzo
ufficio.personale@ispascalcomandini.gov.it eventuali variazioni intervenute
nell’anno scolastico in corso relativamente a:
 Esigenze di famiglia;
 Titoli generali;
(in questi casi utilizzare il modulo allegato)
 Eventuali variazioni intervenute nei requisiti necessari per usufruire dei
permessi Legge 104/92.
(in questo caso compilare una dichiarazione personale)
entro e non oltre il 12/04/2019 per il personale docente
entro e non oltre il 26/04/2019 per il personale ATA

Il Dirigente Scolastico
Prof. Francesco Postiglione

171-19 – uscita ore 13 tutte le classi 17 aprile

171-19 – uscita ore 13 tutte le classi 17 aprile

Ai docenti e agli studenti

Di entrambi i plessi

Alle famiglie degli alunni/e per loro tramite

 

Circolare n.171-19

Cesena, 02.04.2019

 

Oggetto: uscita ore 13 per tutte le classi dei due plessi nel giorno 17 aprile

 

Si comunica che il giorno 17 aprile in occasione delle vacanze pasquali tutte le classi di tutti e due i plessi non svolgeranno la sesta ora. L’uscita è alle 13 per tutti

Si ricorda inoltre che le vacanze pasquali hanno inizio dal 18/4 e terminano il 23/4. Mercoledì 24/4 per tutti e due i plessi il consiglio di istituto ha deciso sospensione attività didattica, con attività di recupero che sarà organizzata in maggio, come da delibera 7 del CDI nella seduta del 13/6/18.

Il rientro a scuola è dunque previsto per il giorno 26/4, considerata la Festa della Liberazione nel giorno 25/4.

 

 

Si coglie l’occasione sin d’ora per fare a tutti gli alunni/e, a tutte le famiglie e a tutto il personale i migliori auguri di Buona Pasqua.

 

Il DS

170-19 – incontro quinte Comandini con ARCI

170-19 – incontro quinte Comandini con ARCI

Circolare n.170-19

Cesena, 02.04.2019

 

Oggetto: Incontro con le classi quinte (plesso Comandini) con i volontari del Servizio Civile

 

 

Si comunica che sabato 6.4.2019 avrà luogo il consueto incontro in oggetto con l’associazione ARCI Servizio Civile di Cesena riguardante la cittadinanza attiva ed il Servizio Civile rivolto alle classi quinte del plesso Comandini.

L’incontro avrà luogo presso l’aula polivalente del plesso Comandini secondo il seguente orario:

– classi 5A, 5B: ore 9-11

– classi 5E/G, 5M: ore 11-13

I docenti in orario di servizio avranno cura di accompagnare e sorvegliare gli studenti durante l’attività in esame.

Si ringrazia sin d’ora per la collaborazione.

 

La FS orientamento

Prof. Alfio Privitera (plesso Comandini)

Prof. Barbara Baronio (plesso Pascal)

169-18 – stage estivi dei due plessi

169-18 – stage estivi dei due plessi

Circ. 169/18
Cesena, 1/4/19

Agli allievi dei DUE PLESSI

OGGETTO: stage estivi del studenti

Di seguito si danno informazioni, distinte per i due plessi, per la partecipazione agli stage estivi in oggetto.

PLESSO PASCAL

Si comunica agli allievi delle classi terze e quarte interessati all’esperienza di stage nel periodo estivo, anno scolastico 2018/19, che possono presentare domanda attraverso l’apposito modulo, al fine di poter predisporre una graduatoria di merito, in attesa della definizione dei posti disponibili presso enti o aziende che intendono offrire disponibilità.

Il modulo per la domanda è ritirabile presso la Segreteria Didattica e dovrà essere compilato e restituito entro sabato 04 maggio 2019.

La durata massima dello stage è di 200 ore, nulla è dovuto allo studente.

A tempo debito, indicativamente fine maggio, gli allievi candidatisi saranno convocati per l’assegnazione dei posti disponibili.

Avranno priorità gli allievi delle classi quarte. Se in tale periodo dovessero rendersi disponibili posti non ancora assegnati, saranno destinati agli studenti del terzo anno.

Qualora uno studente avesse un contatto diretto con un’azienda, l’Istituto può proporsi come tramite per lo stage, se l’attività dell’Azienda è inerente al percorso di studi (la valutazione sarà effettuata dal team ASL) e se la segnalazione sarà pervenuta entro i termini stabiliti.

Qualora uno studente, in autonomia, decidesse di effettuare uno stage estivo presso un’Azienda, questo potrà essere riconosciuto come esperienza aggiuntiva ASL e, in ogni caso, non sostitutiva delle iniziative previste dal percorso scolastico, sempreché l’attività effettuata risulti in linea con l’indirizzo degli studi.

Per ulteriori informazioni rivolgersi al Prof. Pier Giorgio Batani.

PLESSO COMANDINI

Si comunica agli allievi delle classi terze e quarte e agli allievi delle classi seconde che abbiano compiuto i 16 anni di età e completato 10 anni di scuola, interessati a svolgere un periodo di stage di 200 ore durante l’estate, che possono recarsi nei seguenti giorni ed orari nell’ufficio AS-L (di fronte alla Segreteria Didattica), per ritirare l’apposita modulistica:

martedì dalle 10 alle 11

giovedì dalle 11 alle 12

venerdì dalle 10 alle 12

I moduli non saranno reperibili in altro luogo (né in Ufficio Didattico, né in Vicepresidenza) e saranno disponibili da giovedì 4 aprile fino a martedì 16 aprile.

Si comunica inoltre che i suddetti moduli dovranno essere riconsegnanti debitamente compilati sempre negli stessi giorni e orari all’Ufficio AS-L (Prof. Montemurro e Danesi), entro venerdì 3 maggio. Non verranno accettate richieste di stage nel caso di mancata, incompleta o tardiva presentazione dei moduli all’ufficio AS-L.

Per ulteriori informazioni rivolgersi alla Prof.ssa Gabriella Montemurro.

 

 

 

Il Team ASL                                                                                      Il Dirigente Scolastico

                                                                                                                 Prof. Francesco Postiglione

 

168-18 – convocazione collegio docenti straordinario plesso Pascal- 15 aprile ore 14

168-18 – convocazione collegio docenti straordinario plesso Pascal- 15 aprile ore 14

Circolare n.168/18                                                                             Cesena, 30/3/19

 

Ai docenti plesso Pascal

p.c. ai collaboratori scolastici e AA e AT plesso Pascal

p.c. alla DSGA

 

oggetto: collegio docenti straordinario plesso Pascal – 15  aprile  ore 14-16

 

E’ convocato per il giorno 15/4 alle ore 14 presso Aula Magna Pascal  un collegio docenti straordinario, riservato a tutti e soli i docenti del Pascal (compreso chi divide ore residuali col plesso Comandini), in Aula Magna Pascal, dalle ore 14 alle 16, per discutere del seguente ordine del giorno:

  • Graduatorie unificate e relative problematiche: chiarimenti, discussione, proposte
  • Situazione edificio Pascal e problemi strutturali: chiarimenti, discussione, proposte
  • Fusione Istituti Pascal e Comandini: chiarimenti sui passaggi istituzionali avvenuti e prospettive per il futuro

 

Per l’importanza dei temi trattati, la riunione è aperta facoltativamente a tutto il personale ATA del plesso Pascal. Invito a una diffusa partecipazione in modo da diffondere al massimo livello le informazioni sulle questioni poste.

N.B.:

I docenti che condividono cattedra presso altro istituto avranno cura di informare il dirigente scolastico via mail a dirigenza@ispascalcomandini.gov.it sulle loro modalità di partecipazione alla presente convocazione

Il Dirigente Scolastico

Prof. Francesco Postiglione

 

167-18 – esami di stato 2018-19 – domanda di partecipazione come commissario

167-18 – esami di stato 2018-19 – domanda di partecipazione come commissario

Decreto 5222-19

Allegati

 

Cesena, 28 marzo 2019

A tutti i docenti

Circolare 167-2018

 

Oggetto: esami di stato 2018-19 – composizione commissioni e domanda per commissari esterni

 

Premesso che con D.M. ministeriale sono state individuate le materie oggetto della seconda prova scritta degli esami di Stato conclusivi dei corsi di studio di istruzione secondaria di secondo grado nonché le materie affidate ai commissari esterni, con la presente circolare, riferita al Decreto MIUR 5222/19 del 26/3/19 che qui si allega, si forniscono precisazioni, indicazioni, istruzioni e chiarimenti sui seguenti profili della delicata materia.

Si riportano le principali disposizioni relative agli esami in questione, rinviando al decreto per tutti i dettagli ulteriori:

Ogni due classi sono nominati un presidente unico e commissari esterni comuni alle classi stesse, in numero pari a quello dei commissari interni di ciascuna classe e, comunque, non superiore a tre.

In ogni caso, è assicurata la presenza dei commissari delle materie oggetto di prima e seconda prova scritta.

 

NOMINA DEI COMPONENTI DELLE COMMISSIONI DI ESAME DI STATO

Disposizioni generali

Obbligo di espletamento dell’incarico

L’art. 1, co. 4, del d.m. n. 183 del 2019 prevede che la partecipazione ai lavori delle commissioni di  esame di Stato rientri tra gli obblighi inerenti lo svolgimento delle funzioni proprie del personale della scuola, salvo le deroghe consentite dalle disposizioni normative vigenti.

Non è, pertanto, consentito rifiutare l’incarico o lasciarlo, anche nel caso di nomina in sede non richiesta o in commissioni operanti in ordini di studio diversi da quelli di servizio, salvo i casi di legittimo impedimento. Eventuali inosservanze sono suscettibili di valutazione sotto il profilo disciplinare.

I docenti nominati componenti delle commissioni dell’esame di Stato sono esonerati dagli esami di idoneità nelle scuole di istruzione secondaria di secondo grado solo se vi sia sovrapposizione temporale di attività, al fine di assicurare il regolare svolgimento dell’esame di Stato conclusivo del secondo ciclo di istruzione.

I docenti degli istituti professionali nominati componenti delle commissioni dell’esame di Stato conclusivo del secondo ciclo di istruzione sono esonerati dalla partecipazione, in qualità di componenti, agli esami di qualifica IeFP in regime di sussidiarietà integrativa, solo nell’ipotesi di sovrapposizione temporale degli incarichi.

Le istanze di nomina in qualità di componenti le commissioni di esame sono presentate attraverso il modello ES-l. Si precisa che la presentazione dell’istanza di inclusione nell’elenco dei presidenti (modello ES-E), se non integrata dall’istanza di nomina in qualità di presidente attraverso la presentazione del modello ES-I debitamente trasmesso al sistema, non permette la partecipazione alla procedimento di nomina.

 

I presidenti delle commissioni e i commissari esterni vengono scelti nell’ambito delle categorie di personale aventi titolo alla nomina, secondo gli ordini di precedenza e nel rispetto dei criteri di cui agli articoli 4 e 7 del Decreto MIUR 183/19.

Personale scolastico in servizio o a riposo

Scheda di partecipazione Modello ES-1

Modalità di presentazione Le istanze degli aspiranti alla nomina in qualità di componenti le commissioni dell’esame di Stato sono trasmesse, tramite il modello ES-l, esclusivamente on fine nel portale POLIS.

AI personale scolastico collocato a riposo, nel caso di difficoltà o impossibilità di accesso al portale POLIS, è consentito di trasmettere il modello ES-l cartaceo all’ambito territoriale provinciale della provincia di residenza.

Tempistica La trasmissione telematica o la consegna cartacea (solo nei casi sopra previsti) dei Modelli ES-1 dovrà avvenire a partire dal 27 marzo fino al giorno 12 aprile 2019.

Avvertenze Si raccomanda un’attenta lettura delle istruzioni relative alla compilazione del modello ES-1 e della relativa guida on line, con particolare riguardo alla indicazione delle preferenze e dei titoli richiesti, all’indicazione, nei casi previsti, del codice della materia, nonché all’indicazione dell’elenco completo delle sedi di servizio dell’anno scolastico in corso e degli ultimi due anni. Ciò anche al fine di evitare errori od omissioni e prevenire l’insorgere di situazioni di contenzioso. Il personale collocato a riposo, deve dichiarare, sotto la sua personale responsabilità, di trovarsi nelle situazioni indicate dalla presente circolare ai fini del conferimento della nomina.

ELENCO PRESIDENTI DI COMMISSIONE (NOVITA’)

Ai sensi dell’art. 16, co. 5, del d.lgs. n. 62 del 2017, e dell’art. 3 del d.m. n. 183 del 2019, presso l’Ufficio

scolastico regionale è istituito l’elenco dei presidenti di commissione dell’esame di Stato conclusivo del

secondo ciclo di istruzione.

Sono tenuti a presentare istanza di inserimento nell’ elenco regionale (della regione di servizio) i dirigenti

scolastici in servizio preposti a istituti statali di istruzione secondaria di secondo grado, ovvero a istituti di

istruzione statali nei quali funzionano corsi di studio di istruzione secondaria di secondo grado e i

dirigenti scolastici in servizio preposti ai convitti nazionali e agli educandati femminili.

Possono presentare istanza di inserimento nell’elenco regionale (della regione di servizio o, con

riferimento al personale collocato a riposo, della regione di residenza) :

  1. a) i dirigenti scolastici in servizio preposti a istituti statali del primo ciclo di istruzione;
  2. b) i docenti in servizio nelle istituzioni scolastiche dell’ istruzione secondaria di secondo grado statale, con

rapporto di lavoro a tempo indeterminato, con almeno dieci anni di servizio di ruolo;

  1. c) i dirigenti scolastici di istituti statali di istruzione secondaria di secondo grado, collocati a riposo da

non più di tre anni;

  1. d) i dirigenti scolastici di istituti statali d’istruzione del primo ciclo collocati a riposo da non più di tre

anni;

  1. e) i docenti di istituti di istruzione secondaria di secondo grado statali, collocati a riposo da non più di tre

anni.

Si precisa che hanno facoltà di presentare istanza di inserimento nell’elenco dei presidenti di

commissione, purché rientrino in una delle categorie elencate nel presente paragrafo:

I)i docenti in servizio in istituti statali di istruzione secondaria di secondo grado, con rapporto di lavoro a

tempo parziale;

2) i docenti-tecnico pratici con insegnamento autonomo e con insegnamento in compresenza;

3) i docenti di sostegno, con abilitazione all’insegnamento nella scuola secondaria di secondo grado;

4)i dirigenti scolastici e i docenti in situazione di disabilità o che usufruiscono delle agevolazioni di cui

all’art. 33 della I. n. 104 del 1992 e s.m.i.;

5)i docenti di religione, con abilitazione all’insegnamento nella scuola secondaria di secondo grado, con

contratto a tempo indeterminato in istituti di istruzione secondaria di secondo grado statali.

Le istanze di inclusione nell’elenco re~ionale dei presidenti di commissione sono trasmesse dagli

aspiranti tramite l’allegato modello ES-E, attraverso l’apposita funzione disponibile sul portale POLIS,

secondo la tempistica riportata nell’allegato 5 alla presente circolare. Il sistema trasmette agli interessati

notifica dell’avvenuta presentazione dell’istanza all’indirizzo di posta elettronica registrato su POLIS e,

in allegato a essa, la copia del modello salvato dal sistema. Immediatamente dopo, gli aspiranti alla

nomina in qualità di presidente possono provvedere alla compilazione della relativa istanza di nomina

(modello ES-l).

Ove, in sede di effettuazione delle operazioni di verifica dei modelli ES-I, i dirigenti, con riferimento alle

istanze di propria competenza, riscontrino eventuali anomalie relative al modello ES-E, che riporta una

parte delle informazioni del modello ES-l, provvedono agli adempimenti consequenziali. Pertanto,

qualora le modifiche poste in essere sul modello ES-I abbiano riflessi sul modello ES-E del medesimo

aspirante, le stesse vanno gestite anche sul modello ES-E.

A seguito delle predette operazioni di verifica, gli elenchi regionali dei presidenti sono elaborati dal

sistema informativo e trasmessi ai competenti Uffici scolastici regionali, che provvedono alla

pubblicazione degli stessi.

3.c. Obblighi e facoltà del personale scolastico

3.c.a. Personale che ha l’obbligo di presentare la scheda di partecipazione come

presidente (Modello ES-1)

Sono obbligati alla presentazione della scheda di partecipazione come presidente:

  1. i dirigenti scolastici in servizio preposti ad istituti statali di istruzione secondaria di secondo grado e ad istituti di istruzione statali nei quali funzionano corsi di studio di istruzione secondaria di secondo grado, nonché i dirigenti preposti ai convitti nazionali e agli educandati femminili.

3.c.b. Personale che ha facoltà di presentare la scheda di partecipazione come

presidente (Modello ES-1)

Hanno facoltà di presentare la scheda di partecipazione come presidenti:

  1. i dirigenti scolastici in servizio preposti ad istituti statali del primo ciclo;
  2. i docenti con rapporto di lavoro a tempo indeterminato d’istituto statale d’istruzione secondaria di secondo grado, con almeno dieci anni di servizio di ruolo, compresi in graduatorie di merito nei concorsi per dirigente scolastico;
  3. i docenti con rapporto di lavoro a tempo indeterminato, con almeno dieci anni di servizio di ruolo, che abbiano svolto per almeno un anno nell’ultimo triennio, incluso l’anno in corso, le funzioni di dirigente scolastico incaricato nelle scuole statali di istruzione secondaria di secondo grado;
  4. i docenti con rapporto di lavoro a tempo indeterminato di istituto statale d’istruzione secondaria di secondo grado, con almeno dieci anni di servizio di ruolo, che abbiano svolto per almeno un anno nell’ultimo triennio, incluso l’anno in corso, le funzioni di collaboratore del dirigente scolastico nelle scuole statali di istruzione secondaria di secondo grado;
  5. i docenti in servizio di istituto statale d’istruzione secondaria di secondo grado con rapporto di lavoro a tempo indeterminato, con almeno dieci anni di servizio di ruolo, provvisti di laurea almeno quadriennale

o specialistica o magistrale;

  1. i docenti in servizio con rapporto di lavoro a tempo indeterminato di istituto statale d’istruzione

secondaria di secondo grado, con almeno dieci anni di servizio di ruolo;

  1. i dirigenti scolastici di istituti statali di istruzione secondaria di secondo grado, collocati a riposo da non più di tre anni;
  2. dirigenti scolastici di istituti statali del primo ciclo di istruzione, collocati a riposo da non più di tre anni
  3. i docenti, già di ruolo in istituti di istruzione secondaria di secondo grado statali, collocati a riposo da non più di tre anni.

Si evidenzia che hanno facoltà di presentare istanza di nomina in qualità di presidente di commissione attraverso l’inoltro del modello ES-l, purché rientrino in una delle categorie elencate nel presente paragrafo:

  1. a) ai sensi dell’art. 12 del d.m. n. 183 del 2019, i docenti in servizio in istituti statali di istruzione secondaria di secondo grado, con rapporto di lavoro a tempo parziale. Qualora siano nominati, tali docenti sono tenuti a prestare servizio secondo l’orario previsto per il rapporto di lavoro a tempo pieno e ai medesimi sono corrisposti, per il periodo dell’effettiva partecipazione all’esame, la stessa retribuzione e lo stesso trattamento economico che percepirebbero senza la riduzione dell’attività lavorativa, ai soli fini dello svolgimento della funzione di presidente;
  2. b) i docenti-tecnico pratici con insegnamento autonomo e con insegnamento in compresenza;
  3. c) i docenti di sostegno, con abilitazione all’insegnamento nella scuola secondaria di secondo grado. Non

possono presentare istanza di nomina in qualità di presidenti, i docenti di sostegno che hanno seguito

durante il corrente anno scolastico candidati con disabilità che partecipano all’esame di Stato, in quanto

deve essere assicurata la presenza dei docenti medesimi durante l’esame;

d)i dirigenti scolastici e i docenti in situazione di disabilità o che usufruiscono delle agevolazioni di cui

all’art. 33 della I. n. 104 del 1992 e s.m.i.;

e)i docenti di religione, con abilitazione all’insegnamento nella scuola secondaria di secondo grado, con

contratto a tempo indeterminato in istituti di istruzione secondaria di secondo grado statali.

Si precisa che il requisito dei dieci anni di servizio di ruolo, richiesto ai docenti quale titolo per la nomina

in qualità di presidente dall’articolo 4 del d.m. n.183 del 2019, deve intendersi riferito al servizio di ruolo

prestato cumulativamente non solo nella scuola secondaria di secondo grado, ma anche negli altri gradi

scolastici.

3.c.c. Personale che ha l’obbligo di presentare la scheda di partecipazione come

commissario esterno (Modello ES-1)

Ai sensi dell’art. 6, co. 2, lettere a), b), c), e cc. 5 e 6, del d.m. n. 183 del 2019, sono tenuti alla presentazione dell’istanza di nomina in qualità di commissario esterno:

  1. i docenti con rapporto di lavoro a tempo indeterminato (compresi i docenti i docenti tecnico pratici con insegnamento autonomo e insegnamento in compresenza e i docenti assegnati sui posti del potenziamento dell’offerta formativa), in servizio in istituti di istruzione secondaria di secondo grado statali, se non designati commissari interni o referenti del plico telematico:

– che insegnano, nell’ordine, nelle classi terminali e non terminali, discipline rientranti nelle indicazioni nazionali e nelle linee guida dell’ultimo anno dei corsi di studio;

– che, pur non insegnando tali discipline, insegnano discipline che rientrano nelle classi di concorso afferenti alle discipline assegnate ai commissari esterni;

  1. i docenti con rapporto di lavoro a tempo determinato fino al termine dell’anno scolastico o fino al termine delle attività didattiche (ivi compresi i docenti i docenti tecnico pratici con insegnamento autonomo e insegnamento in compresenza), in servizio in istituti statali d’istruzione secondaria di secondo grado, se non designati commissari interni o referenti del plico telematico:

– che insegnano, nell’ordine, nelle classi terminali e non terminali, discipline rientranti nelle indicazioni

nazionali e nelle linee guida dell’ultimo anno dei corsi di studio;

– che insegnano discipline riconducibili alle classi di concorso afferenti alle discipline assegnate ai commissari esterni, in possesso della specifica abilitazione all’insegnamento o di idoneità di cui alla legge

  1. 124 del 1999 o, da ultimo, di titolo di studio valido per l’ammissione ai concorsi per l’accesso ai ruoli.

 

3.c.d. Personale che ha facoltà di presentare la scheda di partecipazione

commissario esterno (Modello ES-1)

Ai sensi dell’art. 6, co. 2, lettere d) ed e), e cc. 5 e 6, del d.m. n. 183 del 2019, hanno facoltà di presentare

istanza di nomina in qualità di commissario esterno:

  1. i docenti, già di ruolo in istituti statali di istruzione secondaria di secondo grado, collocati a riposo da

non più di tre anni (incluso l’anno in corso), in considerazione dell’abilitazione o dell’idoneità

all’insegnamento di cui alla I. n. 124 del 1999;

  1. i docenti che negli ultimi tre anni abbiano prestato effettivo servizio per almeno un anno, con rapporto

di lavoro a tempo determinato sino al termine dell’anno scolastico o sino al termine delle attività

didattiche in istituti statali di istruzione secondaria di secondo grado e siano in possesso di abilitazione o

idoneità all’insegnamento di cui alla I. n. 124 del 1999 nelle discipline comprese nelle classi di concorso

afferenti alle indicazioni nazionali e alle linee guida dell’ultimo anno dei corsi della scuola secondaria di

secondo grado.

Si precisa che hanno facoltà di presentare istanza di nomina in qualità di commissario esterno attraverso il

modello ES-l, purché rientrino in una delle categorie elencate nei paragrafi 3.c.c e 3.c.d.:

  1. a) ai sensi dell’art. 12 del d.m. n. 183 del 2019, i docenti in servizio in istituti statali di istruzione

secondaria di secondo grado, con rapporto di lavoro a tempo parziale. Qualora siano nominati, tali docenti

sono tenuti a prestare servizio secondo l’orario previsto per il rapporto di lavoro a tempo pieno e ai

medesimi sono corrisposti, per il periodo dell’effettiva partecipazione all’esame, la stessa retribuzione e

lo stesso trattamento economico che percepirebbero senza la riduzione dell’attività lavorativa, ai soli fini

dello svolgimento della funzione di commissario esterno;

  1. b) i docenti tecnico pratici con insegnamento autonomo e insegnamento in compresenza;
  2. c) i docenti di sostegno, in possesso della specifica abilitazione all’insegnamento di discipline della scuola

secondaria di secondo grado. Non possono presentare domanda di partecipazione all’esame di Stato per

commissario esterno i docenti di sostegno che hanno seguito durante l’anno scolastico candidati con

disabilità, che partecipano all’esame di Stato;

  1. d) i docenti in situazione di disabilità o che usufruiscono delle agevolazioni di cui all’art. 33 della I. n.

104 del 1992;

e)i docenti che usufruiscono di semidistacco sindacale o semiaspettativa sindacale.

Si evidenzia che il personale della scuola, appartenente alle tipologie aventi titolo alla nomina in qualità di commissario esterno, può contestualmente chiedere la nomina in qualità di presidente di commissione,

purché in possesso dei prescritti requisiti.

 

Condizioni ostative alla nomina

Ai sensi dell’art. 14 del d.m. n. 183 del 2019, sono condizioni personali ostative all’incarico di presidente

e di commissario:

a)avere riportato condanne penali o avere in corso procedimenti penali per i quali sia stata formalmente

iniziata l’azione penale;

b)avere in corso procedimenti disciplinari;

c)essere incorsi, nell’ultimo biennio, in sanzioni disciplinari superiori alla sanzione minima;

  1. d) essere in aspettativa o comunque assenti dal servizio, sempre che si preveda il rientro in servizio in

data posteriore a quella di inizio degli esami;

  1. e) essere collocati fuori ruolo o utilizzati in altri compiti, ai sensi dei vigenti contratti collettivi nazionali

di lavoro;

  1. f) essere in posizione di astensione obbligatoria o facoltativa dal lavoro, ai sensi del d.lgs. n. 151 del

200 l, e successive modifiche e integrazioni;

  1. g) essere in aspettativa o distacco sindacale.

E’ altresì preclusa la possibilità di presentare istanza di nomina in qualità di presidente o commissario

esterno a:

– docenti designati commissari interni in istituti statali o referenti del plico telematico;

– docenti di istituti statali che insegnino, regolarmente autorizzati, contestualmente anche in istituti

paritari;

– personale impegnato come sostituto del dirigente scolastico durante lo svolgimento dell’esame di Stato,

qualora quest’ultimo abbia presentato istanza di nomina in qualità di presidente di commissioni di esame

di Stato;

– personale docente della scuola che sia assente per almeno novanta giorni e rientri in servizio dopo il 30

aprile 2019;

– personale che risulti trasferito per incompatibilità ambientale presso la scuola in cui prestava servizio.

 

Personale da esonerare

I dirigenti scolastici e i docenti nominati anche commissari governativi, in caso di sovrapposizione temporale dei due incarichi e qualora, a giudizio dei competenti Direttori generali o dirigenti preposti agli Uffici Scolastici Regionali, non sia praticabile soluzione alternativa, sono esonerati dall’incarico.

Personale non utilizzato

Al di fuori delle ipotesi di esonero, il personale dirigente e docente non utilizzato nelle operazioni di esame deve rimanere a disposizione della scuola di servizio fino al 30 giugno 2019, assicurando comunque la presenza in servizio nei giorni delle prove scritte.

2.d.d. Procedure di nomina dei commissari esterni

Le sedi esprimibili sono i distretti scolastici, a esclusione del distretto scolastico ove è presente la scuola

nella quale si presta servizio (salvo quanto previsto dall’art. 13, co. 2. del d.m. n. 183 del 2019) e i

comuni della provincia di servizio o di residenza, purché compresa nella regione di servizio e, per il

personale non in servizio, nella sola provincia di residenza. Si precisa che non possono essere richieste

sedi al di fuori dell’ambito provinciale.

Prima di procedere alle nomine su preferenza delle altre categorie di personale avente titolo alla nomina

in qualità di presidente, si procede alla nomina d’ufficio dei dirigenti scolastici di cui sopra nell’ambito

del comune, e, poi, della provincia. L’assegnazione d’ufficio viene effettuata tenendo conto

dell’eventuale opzione di gradimento tra comune di servizio o di residenza, nell’ordine indicato nella

tabella di viciniorietà utilizzata per i trasferimenti del personale della scuola tra i comuni e distretti della

provincia. In assenza dell’opzione, si procede a partire dal comune di servizio.

3.d.e Criteri comuni di nomina dei presidenti e dei commissari esterni

3.de.a Nomine residuali in ambito regionale di tutte le categorie – Province con non più di 4 distretti

Ai sensi dell’art. 13, co. 2, del d.m. n. 183 del 2019, solo per le province con non più di quattro distretti,

esaurite le fasi territoriali relative agli ambiti sia comunale che provinciale, qualora non sia possibile – in

base alle disposizioni sopraindicate – nominare i presidenti e i commissari esterni di tutte le commissioni

di esame, al fine di garantire il regolare svolgimento dell’esame di Stato, si procede alla nomina d’ufficio

dei componenti le commissioni nello stesso ambito distrettuale di servizio, in deroga alle preclusioni

dell’ambito distrettuale. Si opera comunque nel rispetto di tutte le altre preclusioni di cui al d.m. n. 183

del 2019, di seguito specificate:

-divieto di nomina nelle commissioni di esame presenti nella scuola di servizio (anche con riferimento

alla scuola di completamento dell’orario di servizio), comprese le sezioni staccate, le sedi coordinate, le

scuole aggregate, le sezioni associate;

-divieto di nomina nelle scuole ove si sia prestato servizio nei due anni precedenti l’anno in corso;

– divieto di nomina nelle scuole ove si sia svolto per due volte consecutive, nei due anni precedenti,

l’incarico di presidente o commissario esterno.

Da ultimo, come ipotesi residuale, nel caso di impossibilità di formare le commissioni, il dirigente

preposto all’Ufficio scolastico regionale può nominare d’ufficio, anche al di fuori della provincia, in

ambito regionale, a partire dalla provincia limitrofa, eventualmente indicata come più gradita e in base

alle tabelle di viciniorietà tra comuni e distretti della stessa provincia e di province della stessa regione,

tenendo comunque conto delle minori distanze di percorrenza.

 

I provvedimenti di nomina sono notificati ai soli aspiranti nominati che sono tenuti ad utilizzare il

modello ES-I nel portale POLIS e alla relativa scuola di servizio direttamente dal sistema informativo,

con l’invio di un email alla casella di posta elettronica risultante dalla registrazione dell’ aspirante al

portale POLIS. L’email rimanda l’aspirante nominato alla consultazione e alla stampa del provvedimento

di nomina definitiva presente all’interno del portale POLIS.

 

Impedimento e sostituzioni

Impedimento ad espletare l’incarico

L’impedimento a espletare l’incarico da parte dei presidenti deve essere comunicato immediatamente

all’Ufficio scolastico regionale competente, il quale dispone subito gli accertamenti di rito in ordine ai

motivi addotti a giustificazione dell’impedimento e la relativa immediata sostituzione.

L’impedimento a espletare l’incarico da parte dei commissari interni deve essere comunicato

immediatamente al proprio dirigente scolastico, il quale dispone immediati accertamenti in ordine ai

motivi addotti a giustificazione dell’impedimento e la relativa sostituzione.

L’impedimento a espletare l’incarico da parte dei commissari esterni deve essere comunicato

immediatamente al proprio dirigente scolastico, il quale dispone immediati accertamenti in ordine ai

motivi addotti a giustificazione dell’impedimento e al competente dirigente preposto all’Ufficio scolastico

regionale, il quale ne dispone l’immediata sostituzione.

La documentazione comprovante i motivi dell’impedimento deve essere prodotta dai dirigenti scolastici e

dai docenti, rispettivamente, al dirigente preposto all’Ufficio scolastico regionale e al proprio dirigente

scolastico, entro tre giorni dall’insorgenza dell’impedimento stesso.

Sostituzioni dei componenti delle commissioni di esame

Per quanto attiene alle sostituzioni dei componenti le commissioni, si fa rinvio all’art. 15 del d.m. n. 183

del 2019 e alle disposizioni dell’o.m. n. 205 del 2019.

 

Si allegano:

  1. Modello per la presentazione dell’istanza di inserimento nell’elenco regionale dei presidenti (modello ES-E)
  2. Modello per la presentazione dell’istanza di nomina in qualità di presidente e/o commissario, con istruzioni per la

compilazione (modello ES-l);

  1. Tabella recante l’indicazione dei termini degli adempimenti amministrativi e tecnici;
  2. Elenco delle priorità tra le categorie degli aventi titolo alla nomina in qualità di presidente;
  3. Elenco delle priorità tra le categorie degli aventi titolo alla nomina in qualità di commissario;
  4. Elenco delle classi di concorso da indicare sul modello ES-1

 

Si richiama l’attenzione sulla personale responsabilità di coloro che dovessero rendere nella scheda indicazioni non rispondenti al vero o, comunque, tali da determinare situazioni di illegittima formazione delle commissioni, nonché degli Uffici Scolastici periferici e dei dirigenti scolastici in ordine al mancato o inidoneo controllo sulla esattezza e correttezza dei dati indicati dai dirigenti scolastici, dai docenti e dal personale in quiescenza.

 

 

Il Dirigente Scolastico

Prof. Francesco Postiglione