22-17 – avvio orario regolare dal 25 settembre

22-17- orario regolare dal 25 settembre

Cesena, 22/9/17

Circolare 22-17

Ai docenti

Agli alunni e alle loro famiglie

E p.c.

Alla DSGA

Al personale ATA

Oggetto: avvio orario regolare dal 25 settembre

Si comunica che a partire da lunedì 25 settembre 2017, partirà l’orario regolare di attività didattica.

ITT PASCAL

ORE

ORARIO

1^ ora

8.00 –  9.00

2^ ora

9.00 – 10.00

3^ ora

10.00 – 11.00

4^ ora

11.00 – 12.00

5^ ora

12.00 – 13.00

6^ora (martedì e venerdì)

13.00 – 14.00

Tutti i giorni sarà effettuato un intervallo dalle ore 9.55 alle ore 10.05 e dalle 11.55 alle ore 12.05.

IPSIA COMANDINI

ORE

ORARIO

1^ ora

8.05 –  9.05

2^ ora

9.05 – 10.00

3^ ora

10.10 – 11.05

4^ ora

11.05 – 12.00

5^ ora

12.10 – 13.05

6^ora (MA-ME-GIO)

13.05 – 13.55

Tutti i giorni sarà effettuato un intervallo dalle ore 10 alle 10.10 e dalle 12 alle 12.10.

PER ENTRAMBI GLI ISTITUTI

ATTENZIONE: Solo ed esclusivamente dal 25 al 29 settembre non sarà svolta la sesta ora, per la concomitanza dei consigli di classe convocati con componente soli docenti.

Si prega inoltre i docenti di rispettare l’adempimento previsto dal CCNL e dal regolamento di vigilanza di essere presenti in classe 5 minuti prima dell’inizio delle lezioni.

Il DS

Prof. Francesco Postiglione

21-17 – Fiera Elettronica Cesena

21-17 – Fiera Elettronica Cesena

 

Agli studenti , ai docenti, al personale Ata

Circolare n.  21/2017

 

Fiera dell’Elettronica a Cesena

 

Sabato 23 e domenica 24 settembre alcuni studenti dell’IS PascalComandini e del FabLab Romagna parteciperanno alla Fiera dell’Elettronica che si terrà presso la Fiera di Cesena a Pievesestina.

Gli alunni raggiungeranno autonomamente la Fiera dove sarà allestito un ampio stand di presentazione dei progetti realizzati dai ragazzi e dove sarà presente il prof.Nevio Lombardi.

Gli alunni interessati sono: Savini Edoardo 4I, Cavina Dennis 4H, Gentile Yuri 4H, Bedei Giulia 5F, Verde Sara 5F, Zanca Samuele 5F.

Si ricorda che gli alunni sono giustificati per l’assenza di sabato (attività approvata al collegio docenti del 4/09/2017). Per ulteriori informazioni rivolgersi al prof. Nevio Lombardi.

 

Si ringrazia per la collaborazione

La Commissione Fs orientamento

 

IL DS

20-17 – richieste acquisti

20-17 – richieste acquisti

 

Cesena, 21 settembre 17

Circ. n.20-17

Ai Responsabili di laboratorio

dell’ I.I.S. Pascal-Comandini

 

e p.c.   D.S.G.A.

Ufficio Tecnico

Magazzino

 

 

 

 

 

Oggetto: modalità  richieste acquisti

 

Si comunica ai docenti in indirizzo che le richieste di beni capitali per il prossimo anno scolastico, materiale di consumo e acquisti di libri per la biblioteca, dovranno essere inviate a:

ufficio.tecnico@ispascalcomandini.gov.it

 

entro il 31 ottobre 2017

 

 utilizzando l’apposita modulistica, scaricabile dal sito web dell’istituto, debitamente compilata.

 Non verranno prese in carico richieste incomplete.

 

Gli articoli richiesti devono essere descritti dettagliatamente e devono riportare il codice costruttore (PART NUMBER) che ne identifica inequivocabilmente marca, modello e colore.

Eventuali  integrazioni di lieve entità alle richieste di materiale di consumo possono essere effettuate entro il mese di febbraio 2018.

 

Entro il 15 novembre 2017 è possibile fare richiesta per gli acquisti relativi alle aree di progetto per l’ITI Pascal (deliberate nelle riunioni di dipartimento o consigli di classe entro il mese di ottobre) inviando all’indirizzo mail suddetto copia del modulo 3.3.5 allegato alla scheda di presentazione delle Aree di Progetto.

A tal proposito si ricorda che la commissione acquisti ha deliberato in €. 500,00 la spesa massima per ogni area di progetto.

 

A seguito dell’invio entro il 31 ottobre sarà poi convocata la commissione acquisti congiunta delle due scuole

 

IL  D.S.

Prof. Francesco Postiglione

19-17- convocazione consigli di classe solo docenti settembre

19-17- convocazione consigli di classe solo docenti settembre

 

Circolare 19 -2017

Cesena, 21-9-17

 

Ai docenti

Ai genitori

Ai rappresentanti degli alunni

p.c. Alla DSGA           – Al personale ATA

 

Oggetto: convocazione Consigli di Classe sola componente docenti

 

Come da piano attività 2017-18  presentato in collegio docenti, sono convocati per il giorno 25-29 settembre a partire dalle ore —  i consigli di classe per discutere il seguente ordine del giorno:

1) Insediamento componente docenti: presentazione ai nuovi colleghi insediati in settimana delle prassi della scuola

2)Approvazione proposta project work per Alternanza Scuola Lavoro terze al Pascal – presentazione proposta a cura del referente project work – nomina referente ASL terze Pascal – vedi vademecum e modello allegato alla presente

3) Nomina referente ASL nelle classi terze quarte e quinte per il Comandini (ratificare o meno la proposta del DS inviata durante collegio docenti)

3 bis) Nomina referente ASL nelle quarte Pascal (nelle quinte Pascal è stato già nominato dai consigli di scrutinio di settembre)

4) Prima stesura POF disciplinare

5)  programmazione attività extracurricolari e attività di cittadinanza e costituzione – legalità ecc. da inoltrare poi alle referenti progetti e legalità a seconda dei casi

6)  prima valutazione informale alunni BES e DSA: per informazioni sui DSA rivolgersi a prof.ssa Abbondanza Nicoletta per il Pascal e prof.ssa Benedettini Gabriella per il Comandini

7) Per le quarte e le quinte: approvazione proposte orientamento in uscita e incontri con università, che saranno fatte pervenire ai cdc dalla prof.ssa Baronio.

 

Nei giorni della convocazione ove prevista è cassata la sesta ora di lezione.

 

Durata: 1 ora. I docenti eventualmente in sovrapposizione su più classi si divideranno il tempo di presenza fra i diversi consigli.

 

I consigli di classe si svolgeranno secondo il seguente calendario:


 

ISTITUTO PROFESSIONALE COMANDINI:

LUNEDI’  25 settembre 2017
14,00 – 15,00 4B/4G
15,00 – 16,00 5E/5G
16,00 – 17,00 1G
17,00 – 18,00 2G
18,00 – 19,00 3G
MARTEDI’  26 settembre 2017
14,30 – 15,30 5A
15,30 – 16,30 3A/3M
16,30 – 17,30 2A
17,30 – 18,30 1A
MERCOLEDI’  27 settembre 2017
14,30 – 15,30 4A
15,30 – 16,30 1B
16,30 – 17,30 2B
17,30 – 18,30 3B
GIOVEDI’  28 settembre 2017
14,30 – 15,30 5M
15,30 – 16,30 4M
16,30 – 17,30 2M
17,30 – 18,30 1C/1M
VENERDI’  29 settembre 2017
14,00 – 15,00 5B
15,00 – 16,00 1E
16,00 – 17,00 2E
17,00 – 18,00 3E
18,00 – 19,00 4E

 

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO PASCAL

 

Lunedì 25 SETTEMBRE

1° turno 14.00-15.00 1A 4L
2° turno 15.00-16.00 2A 5L 5E
3° turno 16.00-17.00 1G 3E

 

Martedì 26 SETTEMBRE

1° turno 14.00-15.00 1D 4C
2° turno 15.00-16.00 2D 5C 4H
3° turno 16.00-17.00 1C 3H

 

Mercoledì 27 SETTEMBRE

1° turno 14.00-15.00 1B 3F
2° turno 15.00-16.00 2B 2I 5F
3° turno 16.00-17.00 1I

 

Giovedì 28 SETTEMBRE

1° turno 14.00-15.00 1E 4G
2° turno 15.00-16.00 2E 5G 5A
3° turno 16.00-17.00 1L 3A

 

Venerdì 29 SETTEMBRE

1° turno 14.00-15.00 1F 3B
2° turno 15.00-16.00 2F 2H 4B
3° turno 16.00-17.00 1H 4I

 

Ogni coordinatore/presidente del CDC è inoltre invitato ad integrare l’ordine del giorno della sua classe con eventuali punti di particolare rilievo che ritenesse opportuno discutere collegialmente.

 

  • Per garantire fluidità allo svolgimento di tutte le assemblee, sarà opportuno che ogni consiglio di classe, per quanto possibile, si attenga ai tempi previsti.
  • Per rendere più efficaci i lavori dei Consigli di classe ormai imminenti, si danno le seguenti indicazioni:

 

  1. Per la predisposizione degli interventi mirati per i casi individuati come BES, si procederà a una seconda rilevazione del caso, con le misure predisposte dal Consiglio di Classe. Successivamente il coordinatore/presidente di consiglio di classe informerà la prof.ssa Abbondanza.
  2. Per la redazione dei pdp per i casi di DSA, si procederà in seno al consiglio alla discussione della prima bozza, redatta ai consigli di ottobre, che successivamente sarà definitivamente approvata dopo revisione da parte della prof.ssa Abbondanza ed eventuali integrazioni della famiglia nei consigli di classe di fine

 

I docenti part-time, i docenti impegnati su più classi e/o i docenti che completano il loro orario presso altri istituti ed hanno diritto a riduzione di monte ore di partecipazione, in base al piano annuale di partecipazione alle riunioni collegiali da consegnare in presidenza, avranno cura di comunicare ai coordinatori di classe la loro partecipazione/assenza alle riunioni.

 

La presente vale come delega alla preparazione, conduzione di ciascuna riunione e alla cura dei verbali per il coordinatore di classe/presidente delegato, come da lettera di incarico. Per i verbali, ove vigente, la redazione è a cura del segretario del CDC

 

 

 

Il Dirigente Scolastico

Prof. Francesco Postiglione

 

18-17 – conferenza di Paolo Altissimo presso Aula Magna ITT Pascal

18-17 – conferenza di Paolo Altissimo presso Aula Magna ITT Pascal

Cesena, 21/9/17
Circolare 18-17

A tutto il personale docente

Albo/sito WEB

 

Oggetto: conferenza di Paolo Altissimo presso Aula Magna ITT Pascal

 

A Cesena dal 29 settembre al 1 ottobre si terrà il XIV Convegno nazionale del CICAP.

Fra le numerose e interessanti iniziative, ve ne sono anche coinvolgenti le scuole del nostro territorio: http://www.cicap.org/convegno/2017/

 

In particolare presso l’aula magna ITT Pascal, dalle ore 11 alle ore 13:

Venerdì 29 settembre – Istituto Superiore Pascal Comandini
“Web senza trappole: l’utilizzo di internet senza correre rischi”
Sara relatore: Paolo Attivissimo
, Giornalista informatico, “Il disinformatico”, Socio emerito CICAP

 

L’evento è di indubbio interesse considerando la competenza del relatore e diffusione di conoscenza che ha il suo sito.

 

I docenti di entrambi gli istituti interessati a far partecipare le proprie classi sono pregati di effettuare l’iscrizione, indicando il proprio nome, la classe che vogliono accompagnare, di quanti allievi è composta la stessa classe e la dichiarazione che la classe potrà stare entrambe le ore in aula magna (ovviamente essendo autorizzati dai colleghi coinvolti) presso l’indirizzo:

anidigi01@gmail.com

 

La domanda sarà accolta compatibilmente con la capienza dell’aula magna, in ordine di iscrizione.
Vi sarà data comunicazione via email.

 

 

animatore digitale

Andrea Vaccari

 

Il Dirigente Scolastico

17-17 – regolamento vigilanza

17-17 – regolamento vigilanza

 

ISTITUTO SUPERIORE STATALE PASCAL/COMANDINI

Regolamentazione degli aspetti organizzativi per la sicurezza negli

ambienti scolastici e la vigilanza sugli allievi

Circolare 17-17

 

A tutto il personale docente e non docente

A tutti gli allievi

Albo /sito WEB

 

Si richiamano anzitutto le indicazioni date a inizio a.s. dalla circolare annuale sulle disposizioni per l’anno scolastico per i docenti: per assicurare l’accoglienza e la vigilanza degli alunni, gli insegnanti sono tenuti a trovarsi in classe 5 minuti prima dell’inizio delle lezioni e ad assistere all’uscita degli alunni medesimi (art.29, comma 5, C.C.N.L.). La vigilanza nelle aule durante gli intervalli spetta ai rispettivi insegnanti in servizio della seconda e terza ora, e agli insegnanti della quarta e quinta ora, secondo il loro orario di servizio. Tali docenti manterranno il controllo anche della parte di corridoio prospiciente l’aula. Il controllo delle aree di transito sarà effettuato dal personale ausiliario.

Si forniscono di seguito alcuni riferimenti normativi e misure organizzative tese ad impedire il verificarsi di eventi dannosi nei confronti degli alunni conseguenti a negligenza e vigilanza.

1) VIGILANZA DURANTE LO SVOLGIMENTO DELL’ATTIVITA’ DIDATTICA

Fa parte degli obblighi di servizio imposti agli insegnanti quello di vigilare sugli allievi. A tal proposito, dispone l’art. 29, comma 5, CCNL Scuola 2006/2009 che, per assicurare l’accoglienza e la vigilanza sugli alunni, gli insegnanti sono tenuti a trovarsi in classe cinque minuti prima dell’inizio delle lezioni e ad assistere all’uscita gli alunni medesimi. La responsabilità per l’inosservanza del predetto obbligo è disciplinata dagli artt. 2047 e 2048 del Codice Civile.

Ai sensi dell’art. 2047 c.c. “in caso di danno cagionato da persona incapace di intendere e volere, il

risarcimento è dovuto da chi è tenuto alla sorveglianza dell’incapace, salvo che provi di non aver potuto impedire il fatto”. L’art. 2048 c.c. dispone che “ i precettori i e coloro che insegnano un mestiere o un’arte sono responsabili del danno cagionato dal fatto illecito dei loro allievi e apprendisti nel tempo in cui sono sotto la loro vigilanza. (…). Le persone indicate dai commi precedenti sono liberate dalla responsabilità soltanto se provano di non aver potuto impedire il fatto”.

Nelle ipotesi di responsabilità ex artt. 2047 e 2048 c.c., l’insegnante si libera se prova di non aver potuto impedire il fatto, dimostrando, quindi, di aver esercitato la vigilanza nella misura dovuta, e che, nonostante l’adempimento di tale dovere, il fatto dannoso per la sua repentinità ed imprevedibilità gli abbia impedito un tempestivo efficace intervento. La Corte dei Conti, sez. III, 19.2.1994, n. 1623, ha ritenuto, inoltre, che l’obbligo della vigilanza abbia rilievo primario rispetto agli altri obblighi di servizio e che, conseguentemente, in ipotesi di concorrenza di più obblighi derivanti dal rapporto di servizio e di una situazione di incompatibilità per l’osservanza degli stessi, non consentendo circostanze oggettive di tempo e di luogo il loro contemporaneo adempimento, il docente deve scegliere di adempiere il dovere di vigilanza.

Durante l’esercizio delle attività didattiche, il responsabile della vigilanza sugli alunni della classe è, dunque, il docente assegnato alla classe in quella scansione temporale. Il docente che, durante l’espletamento dell’attività didattica debba assentarsi temporaneamente dalla classe, prima di allontanarsi dalla scolaresca deve incaricare un collaboratore scolastico di vigilare sugli alunni sino al suo ritorno. Il collaboratore scolastico non si può rifiutare di effettuare la vigilanza su richiesta del docente, come disposto dal Profilo Professionale (CCNL 2006/2009). Il collaboratore scolastico è responsabile per i danni subiti dagli alunni a causa della sua omessa vigilanza, solo se aveva precedentemente ricevuto l’affidamento dei medesimi.

Pertanto, in caso di ritardo del docente all’ingresso in aula il collaboratore scolastico del piano prospiciente l’aula è tenuto alla sorveglianza degli alunni fino all’arrivo del docente.

Spetta poi al docente di presentare le motivazioni del detto ritardo al Dirigente Scolastico.

2) VIGILANZA DALL’INGRESSO DELL’EDIFICIO FINO AL RAGGIUNGIMENTO

DELL’AULA

Al fine di regolamentare l’ingresso degli alunni nell’edificio scolastico all’inizio di ogni turno di attività, antimeridiano o pomeridiano, si dispone che presso ciascun ingresso dell’edificio sia presente almeno un collaboratore scolastico che presta la dovuta vigilanza sugli alunni. L’ingresso laterale è precluso all’entrata di alunni e docenti fino alle 7.50.

Gli altri collaboratori scolastici in servizio nel turno vigileranno il passaggio degli alunni nei rispettivi piani o ambiti di servizio fino all’entrata degli stessi nelle proprie aule.

3) VIGILANZA DURANTE IL TRAGITTO AULA-USCITA DALL’EDIFICIO AL TERMINE

DELLE LEZIONI

Al fine di regolamentare l’uscita degli alunni dall’edificio scolastico al termine di ogni turno di attività, si dispone che presso ciascuna porta di uscita dell’edificio sia presente almeno un collaboratore scolastico con il compito di prestare la dovuta vigilanza nel passaggio degli alunni.

Si sottolinea inoltre che, ai sensi del CCNL 2006/09, Art. 29, comma5, gli insegnanti sono tenuti ad assicurarsi che nessun allievo si allontani prima dell’orario di uscita previsto.

4) VIGILANZA DURANTE L’INTERVALLO

Come noto (regolamento di Istituto), la vigilanza sugli alunni durante l’intervallo della durata di 10 minuti intercorrenti dalla fine della 2^ora di lezione e l’inizio della 3^ e dalla fine della 4^ora e l’inizio della quinta, viene effettuata dai docenti già impegnati nelle classi nell’ora che immediatamente precede l’intervallo stesso, permanendo nell’aula o nelle immediate vicinanze per poter vigilare sugli alunni stessi. I collaboratori scolastici durante l’intervallo vigileranno, oltre il corridoio di competenza, anche presso i bagni e le zone interne ove sono presenti i distributori per le merende e le bevande. I collaboratori scolastici, per favorire nelle classi l’eventuale cambio di turno dei professori e per intervenire in caso di eventuali necessità, sono tenuti a presidiare costantemente il proprio piano di servizio, senza allontanarsi, se non per chiamata degli Uffici della Scuola o per esigenze impellenti. Per gli allievi che durante l’intervallo si recano nel parco adiacente l’Istituto, è fatto loro divieto di allontanarsi dallo stesso uscendo fuori dal perimetro dell’edificio. E’ incaricato il Collaboratore Scolastico che ha cura del centralino per la vigilanza antistante il parco presso lo scalone centrale, e un collaboratore scolastico a turno fra quelli che presidiano il piano terra nord per la vigilanza degli spazi esterni antistanti il lato bar. E’ il caso di ricordare che detta vigilanza negli spazi esterni deve esercitarsi anche in merito al rispetto del divieto di fumo.

5) VIGILANZA SUI “MINORI BISOGNOSI DI SOCCORSO”

La vigilanza sui “minori bisognosi di soccorso”, nella fattispecie, alunni portatori di handicap grave,

particolarmente imprevedibili nelle loro azioni ed impossibilitati ad autoregolamentarsi, deve essere sempre assicurata dal docente di sostegno o dal docente della classe eventualmente coadiuvato, in caso di necessità, da un collaboratore scolastico.

6) VIGILANZA DURANTE IL TRAGITTO SCUOLA – PALESTRA , SCUOLA-SUCCURSALE,

LABORATORI, AULE SPECIALI E VICEVERSA

Durante il tragitto scuola – succursale, scuola – palestra (anche all’esterno), laboratori, aule speciali e viceversa, la vigilanza sugli alunni è affidata al docente in servizio.

E’ fatto divieto agli alunni recarsi alla succursale o alla palestra esterna senza la presenza del docente in servizio, fatti salvi i casi previsti dal regolamento di istituto.

7) DOVERI DEGLI ALUNNI

Gli alunni sono tenuti a rispettare il lavoro e a seguire le indicazioni degli insegnanti e dei collaboratori scolastici, che assicurano con i docenti il buon funzionamento della scuola, collaboratori che in alcuni momenti possono essere incaricati della sorveglianza di una classe o di un gruppo di alunni nonché dei corridoi e dei servizi durante le ore di lezione e dell’intervallo. E’ il caso di ricordare che certi atti come la rimozione di cautele contro gli infortuni sul lavoro o della segnaletica per la prevenzione di eventi dannosi, costituisce reato penale (art. 437 c.p.) per il quali è previsto un regime di detenzione fino a 5 anni.

Si confida nella collaborazione di tutto il personale per una proficua attuazione di tali misure organizzative tese a garantire la sicurezza nell’ambiente scolastico ed a fornire principi comuni di

rispetto e di comportamento per gli allievi.

Regolamento Laboratori di Informatica, Elettronica, Fisica, Chimica, Meccanica, Moda, e aule speciali

I laboratori dell’Istituto sono patrimonio comune, pertanto si ricorda che il rispetto e la tutela delle

attrezzature sono condizioni indispensabili per il loro utilizzo e per mantenere l’efficienza del laboratorio stesso. Atti di vandalismo o di sabotaggio verranno perseguiti nelle forme previste, compreso il risarcimento degli eventuali danni arrecati. Ai laboratori si accede solo per ragioni inerenti l’attività scolastica, sia di tipo strettamente didattico (ore curricolari di laboratorio, attività didattiche integrative e di recupero, progetti approvati dal POF, preparazione di tesine e ricerche didattiche) che di organizzazione del lavoro individuale

del docente (piani di lavoro, progetti, autoaggiornamento, altre attività accessorie all’insegnamento della propria materia). In particolare va ricordato che l’accesso agli alunni è consentito solo in presenza di un docente. Si invitano gli utenti a rispettare le seguenti indicazioni:

Tutti i docenti che, a qualsiasi titolo, utilizzano il laboratorio sono invitati a:

  • leggere questo regolamento agli studenti, all’inizio di ogni anno scolastico, spiegando le motivazioni che stanno alla base delle regole in esso contenute;
  • leggere le norme regolamentari degli specifici laboratori classificato a rischio medio, e curare che gli alunni si attengano ai comportamenti previsti dalle norme di sicurezza
  • rispettare rigorosamente l’orario di accesso, affisso sulla porta; qualora si desiderasse utilizzare il

laboratorio in un orario in cui è libero si devono prendere accordi con la vicepresidenza e comunque segnalare l’utilizzo nell’ora in questione ai collaboratori scolastici del centralino;

  • controllare che non venga memorizzato software senza autorizzazione;
  • sorvegliare scrupolosamente che non vengano utilizzati supporti di memoria rimovibili personali non testati contro i virus;
  • vigilare affinché non vengano maltrattati o danneggiati i dispositivi presenti in laboratorio;
  • ricordare agli allievi che se venisse rilevato un danno o comunque un malfunzionamento, si riterranno responsabili coloro che hanno utilizzato il laboratorio in orario precedente alla rilevazione del problema;

costoro saranno tenuti al risarcimento relativo (vedi regolamento di Istituto).

.• fare in modo che le classi non siano lasciate a lavorare senza sorveglianza;

  • accertarsi che le macchine o le altre apparecchiature presenti nel laboratorio siano spente se non utilizzate e in ogni caso al termine del loro utilizzo, ad eccezione di disposizioni differenti impartite per iscritto dal responsabile di laboratorio.

Utilizzare i registri appositamente istituti dal responsabile di laboratorio per monitorare lo stato delle attrezzature prima e dopo l’impiego da parte del docente e degli alunni durante la propria ora di servizio

Gli studenti che accedono al laboratorio:

  • conoscere le norme di sicurezza relative al laboratorio in uso e attenersi ai relativi comportamenti previsti dalle dette norme;
  • non devono utilizzare nessuna macchina, apparecchiatura, dispositivo o attrezzatura senza l’autorizzazione esplicita dell’insegnante;
  • sono tenuti ad indicare anche gli eventuali malfunzionamenti riscontrati nelle attrezzature utilizzate;
  • prima di iniziare un’operazione mai svolta, specie se delicata o pericolosa, devono richiedere la presenza di un docente;
  • devono tenere un comportamento corretto e rispettoso delle persone e delle cose, non dissimile da quello richiesto in qualsiasi altro ambiente scolastico;
  • devono aver cura dell’attrezzatura che viene loro eventualmente fornita e riconsegnarla all’insegnante o all’assistente tecnico al termine della lezione;
  • non devono assolutamente modificare in alcun modo la configurazione dei computer e dei programmi; tuttavia nei laboratori in cui gli studenti accedono con credenziali riservate e personali, è consentita la personalizzazione dell’ambiente operativo al fine di adattarlo ad un più personale modo di lavorare e/o alle esigenze didattiche;
  • non devono utilizzare supporti di memoria rimovibili personali se non dopo che l’insegnante li avrà testati contro i virus;
  • devono salvare i file personali in cartelle specifiche che indicherà il docente;
  • sono responsabili del computer a loro assegnato: all’inizio della lezione devono comunicare

tempestivamente al loro insegnante eventuali manomissioni o danni arrecati all’aula o alle attrezzature in essa contenute;

  • non devono essere effettuate continue stampe di prova dei file: appositi comandi ne permettono la visualizzazione a video.

L’insegnante autorizzerà le singole sessioni di stampa per evitare spreco di carta e di inchiostro/toner. Non si deve utilizzare una stampante diversa da quella configurata e non deve essere comunque variata la configurazione della stampante.

  • nei laboratori è vietato consumare spuntini o bibite;
  • prima di entrare in aula, devono attendere in atrio l’arrivo dell’insegnante, senza creare intralcio o

confusione;

  • al momento di lasciare l’aula devono chiudere correttamente la sessione di lavoro sui P.C. e spegnere i P.C.

(a meno di indicazioni diverse da parte dei docenti);

  • l’accesso a siti internet è possibile solo previa autorizzazione dell’insegnante che accompagna la classe in laboratorio.

Il laboratorio deve essere tenuto in ordine e in efficienza con il contributo di tutti;

si prega quindi di fare attenzione affinché:

  • le postazioni non vengano rovinate con oggetti appuntiti o taglienti;
  • i rivestimenti in gomma non vengano tagliati o comunque danneggiati;
  • le apparecchiature e i PC vengano spenti prima di uscire;
  • le tastiere e i mouse dei computer vengano lasciati in ordine;
  • non ci siano cartacce sulle postazioni o per terra.

SANZIONI

Il Dirigente Scolastico provvederà a mettere in atto azioni volte alla individuazione di violazioni al presente regolamento. A seconda della gravità, queste potranno essere punite con richiamo verbale o scritto, limitazione dell’accesso dell’utente alla rete o a internet, sospensione temporanea o definitiva dell’accesso ai laboratori, risarcimento economico del danno arrecato.

 

 

Cesena, 18/9/17

Il DS

Circolare n. 16 /2017 – Visita laboratori del triennio per le classi prime – ITT Pascal

16-17 – Visita laboratori del triennio per le classi prime_calendario visite

 

Circolare n. 16 /2017

Visita laboratori del triennio per le classi prime – ITT Pascal

Per favorire la conoscenza del percorso educativo e formativo che il Pascal offre sono organizzate da martedì 19 settembre a sabato 23 settembre delle visite ai laboratori del triennio per gli alunni delle classi prime. I professori e gli alunni in orario sui laboratori illustreranno le attività organizzate e i progetti realizzati. In particolare le prime di Elettronica e Automazione visiteranno i laboratori 23 e 51. Le prime classi di Informatica  e Telecomunicazioni si recheranno nei laboratori 38 e 39.

Di seguito l’orario delle visite con indicate: le classi, i docenti accompagnatori e le classi interessate che dovranno presentare i laboratori.

 

Visite per i laboratori di Elettronica e Automazione

Ora Martedì 19/09 Mercoledì 20/09 Giovedì 21/09 Venerdì 22/09 Sabato 23/09
1
2 1°D Delle Rose (docente accompagnatore)

 

Lab.23 (Batani con 4°B)

Lab.51 (Severi con 5°A)

 

3 1°C Bisacchi (docente accompagnatore)

 

Lab.23 (Batani con 5°C)

Lab.51 (Severi con 3°A)

4 1°B Dall’Ara (docente accompagnatore)

 

Lab.23 (Batani con 5°C)

Lab.51 (Montalti con 4°C)

 

5 1°A Forti (docente accompagnatore)

 

Lab.23 (Batani con 5°A)

Lab.51 (Severi con 4°B)

 

Visita per laboratori Informatica e Telecomunicazione

Ora Martedì 19 /09 Mercoledì 20/09 Giovedì 21/09 Venerdì 22/09 Sabato 23 settembre
1°G Ros (docente accompagnatore)

 

Lab. 39 (Castagnoli con 5L)

Lab. 38 (Lombardi con 5F)

1°I Parini (docente accompagnatore)

 

Lab.39 (Tinelli con 5G)

Lab.38 /(Tagarelli con 4°L)

 

1°F Gardelli (docente accompagnatore)

 

Lab.39 (Tinelli con 4°I)

Lab.38 (Castagnoli con 5°L)

1°L Tonelli (docente accompagnatore)

 

Lab.39 (Tinelli con 4°H)

Lab.38 (Tagarelli con 4°L)

1°H Giorgini (docente accompagnatore)

 

Lab.39 (Tinelli con 4°L)

Lab.38 (Tagarelli con 4°G)

 

1°E Baldacci (docente accompagnatore)

 

Lab.39 (Tinelli con 4G)

Lab.38 (Castagnoli  con 5G)

 

Si ringrazia per la collaborazione.

Prof.ssa Barbara Baronio

per commissione Fs orientamento

15-17 – conferma requisiti legge 104-92

15-17 – conferma requisiti legge 104-92

 

Circolare 15-17                                                          Cesena, 15/9/17

A tutto il personale docente ed ATA interessato (Legge 104/92)

Alla DSGA e Uff. del personale

Albo/sito WEB

 

OGGETTO: DOMANDA O CONFERMA del POSSESSO DEI REQUISITI AI FINI DEL RICONOSCIMENTO DEL DIRITTO AD USUFRUIRE DI PERMESSI PREVISTI DALL’ART. 33 DELLA LEGGE 104/92

Considerate le nuove disposizioni in materia di cui all’oggetto (LEGGE 104/1992 ART. 33 come modificata dal D.Lvo 151/2001, dalla Legge 183/2010 integrata dal D.Lvo 119/2011 e dalla Legge 114/2014) e di quanto previsto in merito dalla Circolare della Funzione Pubblica (F.P.) n° 13/2010, tutto il personale interessato alla fruizione dei permessi di cui alla Legge 104/92 ha l’onere di presentare apposita istanza per la fruizione delle agevolazioni previste dalla Legge e di dimostrare la sussistenza dei presupposti di legittimazione attraverso la produzione di idonea documentazione oltre che produrre una dichiarazione sottoscritta di responsabilità e consapevolezza inerente tali permessi (Art. 7, Circ. F.P. 13/2010).

Ciò premesso, si forniscono le seguenti indicazioni:

  1. A) Dipendenti che intendano produrre nel corso dell’anno scolastico una NUOVA RICHIESTA di fruizione dei permessi di cui all’oggetto

In tal caso, occorre compilare la relativa domanda secondo il modello allegato alla presente corredata dai relativi allegati (All. A e All. B) come specificato nella domanda stessa (Verbale della competente Commissione ASL attestante lo stato di disabilità grave (art. 3 comma 3 legge 104/92); Documentazione (eventuale) di cui al DM 278/2000; Allegato A (Dichiarazione sostitutiva); Allegato B (Dichiarazione di consapevolezza e responsabilità). Tutta la documentazione va consegnata all’Uff. del personale.

  1. B) Dipendenti che GIA’ USUFRUISCONO di permessi e agevolazioni previste dalla legge 104/92.

Il dipendente interessato ha l’onere di confermare la sussistenza dei presupposti di legittimazione degli stessi attraverso la compilazione degli allegati A e B da consegnare all’Uff. del personale entro il 15 Ottobre 2017. L’amministrazione pubblica (l’Istituzione scolastica) verificherà l’adeguatezza e la correttezza della documentazione presentata chiedendone, se del caso, eventuale integrazione.

In tutti i casi si ritiene opportuno sottolineare quanto segue (Art. 7 e 8 della Circ. F.P. 13/2010):

 

  • A seguito dell’accoglimento della domanda da parte dell’amministrazione, il dipendente dovrà comunicare tempestivamente il mutamento o la cessazione della situazione di fatto e di diritto che comporta il venir meno della titolarità dei benefici e dovrà aggiornare la documentazione prodotta a supporto dell’istanza quando ciò si renda necessario, anche a seguito di richiesta dell’amministrazione;
  • Salvo dimostrate situazioni di urgenza, per la fruizione dei permessi, l’interessato dovrà comunicare al dirigente competente le assenze dal servizio con congruo anticipo, se possibile con riferimento all’intero arco temporale del mese, al fine di consentire la migliore organizzazione dell’attività amministrativa;

 

Allegati disponibili in segreteria personale:

– MODULO per la richiesta di nuovi permessi di cui alla Legge 104/92;

– Allegato A (Dichiarazione sostitutiva) e Allegato B (Dichiarazione di consapevolezza e responsabilità)

-Informativa per il trattamento sulla privacy

Il Dirigente Scolastico

Per ITI Pascal – Francesco Postiglione

 

14-17 – informativa su richiesta permessi, ferie, ecc.

14-17 – informativa su richiesta permessi, ferie, ecc.

 

Cesena,  15 settembre 2017

Circolare 14-2017

Ai docenti e al personale ATA

Alla signora De Blasi

Ufficio personale

Pc: alla DSGA

 

Oggetto: disposizioni in merito a richiesta permessi e ferie ai sensi di CCNL Scuola

 

Si informano le unità di personale docente ed ATA che i permessi usufruibili ai sensi del CCNL scuola (permessi retribuiti giornalieri, permessi orari brevi, permessi per aggiornamento, formazione, partecipazione a concorsi ecc.) nel corso dell’anno scolastico vanno richiesti con un anticipo di almeno 2 giorni dalla data del permesso per consentire l’organizzazione delle sostituzioni con i colleghi.

Fanno eccezione:

  • per tutti: i permessi ex legge 104/92, per i quali tuttavia si richiede per quanto possibile e salvo circostanze veramente urgenti di presentare il permesso nei termini di tre giorni di anticipo.
  • Per tutti: i permessi per lutto, per l’ovvia natura imprevista della richiesta.

Si ricorda inoltre che per i docenti le richieste di ferie (entro i 6 giorni durante l’a.s., art. 13 comma 9) vanno presentate previamente con le sostituzioni già trovate e comunque potendosi dette richieste approvare solo “alla condizione che non vengano a determinarsi oneri aggiuntivi anche per l’eventuale corresponsione di compensi per ore eccedenti”.

Si informa inoltre il personale ATA e i docenti che i permessi vanno richiesti direttamente all’ufficio personale mediante MODULISTICA ON LINE MESSA A DISPOSIZIONE DAL REGISTRO CLASSE VIVA INFOSCHOOL, e detti permessi saranno validati, per quanto riguarda permessi brevi e permessi retribuiti giornalieri, dai collaboratori di dirigenza in quanto aventi delega di firma.

Il Dirigente e i suoi collaboratori dunque esaminano solo i permessi già compilati secondo il consueto modulo: permessi richiesti verbalmente o via mail non sono presi in considerazione.

 

 

Il Dirigente Scolastico

Prof. Francesco Postiglione

13-17 – disposizioni per i docenti

13-17 – disposizioni per i docenti

 

Circolare 13-17                                                                                 Cesena, 15/9/17

 

Ai docenti

E, p.c. al personale ata

P.c. agli alunni e alle famiglie

 

Oggetto:  Disposizioni per l’anno scolastico 2017/18

 

Ad integrazione della circolare recante disposizioni di avvio d’anno per studenti e famiglie, si comunica quanto segue:

 

VIGILANZA

Per assicurare l’accoglienza e la vigilanza degli alunni, gli insegnanti sono tenuti a trovarsi in classe 5 minuti prima dell’inizio delle lezioni e ad assistere all’uscita degli alunni medesimi (art.29, comma 5, C.C.N.L.). La vigilanza durante gli intervalli, essendo questi a cavallo della seconda e terza ora, e della quarta e quinta, spetta ai rispettivi insegnanti in servizio nella seconda, terza, quarta o quinta ora. Tali docenti manterranno il controllo anche della parte di corridoio prospiciente l’aula. Il controllo delle aree di transito sarà effettuato dal personale ausiliario.

 

PRESA VISIONE CIRCOLARI

Al fine di garantire un’efficace organizzazione all’interno dell’istituto, è compito dei docenti leggere ogni comunicazione e/o circolare posta in visione presso la sala insegnanti. Si raccomanda altresì, ai medesimi fini, di consultare il sito della scuola con regolarità. E’ possibile essere informati sui principali eventi della scuola (pubblicazione circolari, verbali, variazioni d’orario, comunicazioni di servizio, ecc.) attraverso la mailing list docenti@ispascalcomandini.gov.it. Per iscrizioni alla mailing list consultare la prof.ssa Chiara Fusaroli all’indirizzo postmaster@ispascalcomandini.gov.it

 

REGISTRO ELETTRONICO “CLASSE VIVA INFOSCHOOL”

E’ attivo il registro elettronico “CLASSE VIVA”. Qualsiasi segnalazione da parte dei docenti su qualsiasi problematica inerente all’utilizzo o funzionamento del nuovo registro è da segnalare ESCLUSIVAMENTE ai prof.ri Maurizio Sintuzzi per il Pascal e prof. Aristide Fontana per il Comandini

Le user e password per l’utilizzo del nuovo registro sono inviate via mail agli indirizzi lasciati disponibili dai docenti.

 

ACCESSO ALLA RETE DI ISTITUTO E AL WI-FI

Le credenziali per tutti i docenti sono da ritirarsi presso Angela Franciosi aula 16.

 

ASSICURAZIONE

L’importo per l’assicurazione (€ 10) potrà essere versato entro il 20 ottobre p.v. presso la Segreteria – ufficio protocollo.

 

FOTOCOPIE

Al fine di garantire la corretta utilizzazione delle macchine con operatore, le richieste dovranno essere presentata unicamente al personale all’ingresso entro le ore 10.30 e saranno evase il giorno successivo.

Per fotocopie urgenti, restano a disposizione le macchine self-service, i cui tesserini possono essere ritirati presso la segreteria didattica (uno per ogni classe di docenza).

 

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA

I docenti sono invitati a consegnare il proprio piano di lavoro annuale alla collaboratrice di presidenza prof.ssa Gradara e prof.ssa Montemurro, entro il 20/10/17. Tale documento sarà redatto in modalità elettronica e spedito all’indirizzo email documentazione@ispascalcomandini.gov.it

 

COMUNICAZIONE ASSENZE E SOSTITUZIONI DOCENTI ASSENTI

La comunicazione di assenza per malattia e ogni comunicazione o richiesta di permesso/ferie va inoltrata presso la segreteria amministrativa alla attenzione della sig.ra Anna De Blasi attraverso la modulistica on line messa a disposizione dal registro elettronico Infoschool.

Tale ufficio provvederà a trasmettere l’informazione alla vicepresidenza, dove verrà preso il relativo provvedimento di sostituzione e/o modifica orario delle classi interessate.

Detti provvedimenti sono esclusivamente demandati all’ufficio di vicepresidenza, e il docente che sostituisce il collega assente riceve una apposita disposizione scritta esclusivamente firmata dal DS o dal suo Collaboratore Vicario. Si prega dunque i docenti di attenersi direttamente ed esclusivamente all’ufficio di presidenza per quanto attiene alle disposizioni di sostituzione.

 

COMUNICAZIONE DI VIAGGI DI ISTRUZIONE O VISITE GUIDATE DI DURATA BREVE

Vedi regolamento viaggi di istruzione e visite guidate, in via di definizione

 

POSSIBILI CAMBI DI AULA PER RAGIONI DIDATTICHE

Per una richiesta di cambio d’aula è’ però necessario comunicare preventivamente almeno un giorno prima in vicepresidenza l’intenzione di condurre la classe in altra aula in certo giorno e certo orario, in modo da dare possibilità all’ufficio di vicepresidenza di organizzare il cambio aule.

E’ vietato per i docenti e per gli alunni occupare aule a propria scelta e senza preavviso, per non creare disagio ai collaboratori scolastici e/o alle famiglie nei casi in cui si ha necessità di comunicare circolari o altre disposizioni alla classe o al singolo alunno/docente.

 

PRESENZA DEL DIRIGENTE A SCUOLA

Il Dirigente Scolastico, salvo inderogabili impegni presso altre sedi, sarà presente in istituto il tutti i giorni. Per docenti studenti e famiglie sarà pubblicato apposito orario di ricevimento giornaliero, che si prega di rispettare.

 

Confidando nella Vostra cortese collaborazione auguro a tutti un buon anno scolastico.

Il Dirigente Scolastico

prof. Francesco Postiglione

 

 

12-17 – autorizzazione per libera professione e incarichi esterni

12-17 – autorizzazione per libera professione e incarichi esterni

 

Cesena,  15 settembre 2017

Circolare 12-2017

Ai docenti e al personale ATA

Pc: alla DSGA

p.c. Alla sig.ra Grazia Silvestri – ufficio personale

 

OGGETTO:  Autorizzazione allo svolgimento della libera professione per l’a.s. 2017/18. Richiesta di autorizzazione preventiva al conferimento di incarichi ai dipendenti dell’Istituto da partedi soggetti esterni  pubblici  e  privati   (Art.  508  del  D.Lgs.  297/94,  Art.  53  del  D.Lgs.  165/01  novellato  dalla  Legge 190/2012).

Con la presente si dà informativa sulle previsioni legislative che regolano la concessione di autorizzazioni a incarichi ed esercizio di libere professioni:

L’art. 53 del D.Lgs. 165/2001 dispone che resta ferma per tutti i dipendenti pubblici la disciplina delle incompatibilità dettata dagli articoli 60 e seguenti del DPR 10/01/1957, n. 3 (sono previste alcune deroghe, vedi comma 1: la più importante delle quali riguarda i rapporti di lavoro a tempo parziale).

Lo stesso articolo al comma 7 prevede che gli incarichi retribuiti conferiti ai pubblici dipendenti devono essere previamente autorizzati dall’Amministrazione di appartenenza. Tali incarichi sono quelli, anche occasionali, non compresi nei compiti e doveri di ufficio, per i quali è previsto, sotto qualsiasi forma, un compenso. Ai sensi del comma 6 sono esclusi i compensi derivanti:

  1. a)  dalla collaborazione a giornali, riviste, enciclopedie e simili;
  2. b)  dalla utilizzazione economica da parte dell’autore o inventore di opere dell’ingegno e di invenzioni industriali;
  3. c)  dalla partecipazione a convegni e seminari;
  4. d)  da incarichi per i quali è corrisposto solo il rimborso delle spese documentate;
  5. e)  da incarichi per lo svolgimento dei quali il dipendente è posto in posizione di aspettativa, di comando o di fuori ruolo;
  6. f)  da incarichi conferiti dalle organizzazioni sindacali a dipendenti presso le stesse distaccati o in aspettativa non retribuita;

f-bis)  da attività di formazione diretta ai dipendenti della pubblica amministrazione “nonché di docenza e di ricerca scientifica” (in base alla modifica effettuata dalla Legge 125 del 30/10/2013).

Le condizioni per cui possono essere autorizzati incarichi retribuiti sono le seguenti:

– la temporaneità e l’occasionalità dell’incarico. Sono, quindi, autorizzabili le attività non di lavoro subordinato esercitate sporadicamente ed occasionalmente, anche se eseguite periodicamente e retribuite, qualora per l’aspetto quantitativo e per la mancanza di abitualità, non diano luogo ad interferenze con l’impiego;

– il non conflitto con gli interessi dell’amministrazione e con il principio del buon andamento della pubblica amministrazione;

– la compatibilità dell’impegno lavorativo derivante dall’incarico con l’attività lavorativa di servizio cui il dipendente è addetto tale da non pregiudicarne il regolare svolgimento. L’attività deve essere svolta al di fuori dell’orario di servizio.

Inoltre, per il personale docente in particolare, l’art. 508, comma 10 del D.Lgs. 297/94 prevede che non può esercitare attività commerciale, industriale e professionale, né può assumere o mantenere impieghi alle dipendenze di privati o accettare cariche in società costituite a fine di lucro, tranne che si tratti di cariche in società od enti per i quali la nomina è riservata allo Stato e sia intervenuta l’autorizzazione del Ministero della pubblica istruzione. Il successivo comma 15 consente al personale docente, previa autorizzazione del DS, l’esercizio di libere professioni che non siano di pregiudizio all’assolvimento di tutte le attività inerenti alla funzione docente e siano compatibili con l’orario di insegnamento e di servizio.

Pertanto si forniscono di seguito le istruzioni per richiedere:

1) Autorizzazione a svolgere la libera professione.

Per i docenti:  è  possibile  presentare  richiesta  di  autorizzazione  allo  svolgimento della  libera  professione.  Si  ricorda  che  tale  esercizio non  deve  creare  pregiudizio  alla  funzione  docente  e deve essere compatibile con l’orario di insegnamento e di servizio. La richiesta va presentata all’ufficio segreteria personale mediante allegato 1.

2)  Richiesta  di  autorizzazione  preventiva  al  conferimento  di  incarichi  ai  dipendenti  dell’Istituto  da parte di altri soggetti pubblici e privati.

La legge 190/2012, ha modificato l’art. 53 del d.lgs. 165/01 in materia di incompatibilità e di incarichi ai dipendenti pubblici.  La  nuova  norma  impone  che  le  amministrazioni  pubbliche  che  conferiscono  o  autorizzano incarichi, anche a titolo gratuito, ai propri dipendenti debbano comunicare in via telematica al Dipartimento della funzione pubblica,  entro 15 giorni dalla data di conferimento dell’incarico,  gli incarichi conferiti o autorizzati ai dipendenti stessi.

Si richiama la sanzione per il mancato rispetto degli obblighi di comunicazione, ai sensi dei commi 8 e 9, art. 53 del D.Lgs. 165/01: “Le pubbliche amministrazioni, […] gli enti pubblici e i soggetti privati non possono conferire incarichi retribuiti ai dipendenti  pubblici  senza  la  previa  autorizzazione  dell’amministrazione  di  appartenenza  dei  dipendenti stessi. In caso di inosservanza si passerà all’accertamento delle violazioni e all’irrogazione delle sanzioni provvede il Ministero delle finanze, avvalendosi della Guardia di finanza. Le somme riscosse sono acquisite alle entrate del Ministero delle finanze“.

Pertanto:

Per il personale ATA, interessato ad accettare incarichi da altre amministrazioni

  • si chiede di accertarsi che l’ente che intende conferirgli l’incarico abbia richiesto l’autorizzazione al Dirigente Scolastico (assolutamente prima di iniziare l’incarico) e accertarsi prima di iniziare eventuali attività che la stessa sia stata autorizzata;
  • Si prega di far compilare all’ente conferente l’incarico il modello “Allegato 2” in calce alla presente, indipendentemente dai modelli forniti dall’ente. Le voci dell’allegato 2 infatti devono essere compilate tutte con cura, come previsto dalla normativa

Per il personale docente:

  • se l’incarico prevede compensi ai sensi delle lettere a,b,c,d,e,f,f-bis prima citate, non è necessaria alcuna richiesta di autorizzazione;
  • se trattasi di incarico di altra natura, valgono le condizioni poste per il personale ATA

 

Grazie per l’attenzione

 

il DS

prof. Francesco Postiglione

11-17 – convocazione incontro di accoglienza per genitori di alunni classi 1e

Circolare 11-17

Cesena, 15/09/2017

 

Ai genitori degli alunni delle classi prime

p.c. al personale ATA

alla segreteria didattica

ai docenti delle classi prime

 

 

Oggetto: convocazione incontro di accoglienza per genitori di alunni classi 1e

 

  1. E’ convocata per sabato 30  settembre 2017, dalle ore 9 alle ore 12, nell’Aula Magna dell’IPSIA Comandini un incontro congiunto di accoglienza per le famiglie degli alunni/e delle classi prime dell’ITT B. Pascal e dell’IPSIA Comandini.

L’incontro sarà tenuto dal Dirigente Scolastico e dai suoi collaboratori. All’incontro sono invitati i genitori, facoltativamente.

 

L’ordine del giorno è il seguente:

  • Comunicazioni inerenti il regolamento di istituto, i permessi di entrata e uscita, i ritardi, le assenze, le giustificazioni
  • La procedura di comunicazioni scuola-famiglia e i momenti di ricevimento dei docenti
  • Il piano inclusività annuale IS PASCAL/COMANDINI  per gli alunni/e con disagi e difficoltà
  • Il portale web di istituto e la consultazione dei voti on line

 

Il Dirigente Scolastico

Prof. Francesco Postiglione

11-17 – accoglienza genitori classi prime